Avv. Stefano Vitale

L’avv. Stefano Vitale, fondatore dello studio, si è laureato in Giurisprudenza nel 1992 presso l’Università Federico II di Napoli con 110 e lode. Nel 1996 si è poi specializzato in diritto civile con il massimo dei voti presso la medesima Università, ove è stato per diversi anni collaboratore dei proff. Biagio Grasso e Filippo Nappi presso le cattedre di Diritto Civile e Diritto Matrimoniale.

Dal gennaio 1997 è iscritto nell’albo degli avvocati del Tribunale di Torre Annunziata e dal 2015 è abilitato anche al patrocinio innanzi alla Corte di Cassazione ed alle altre Giurisdizioni Superiori.

Si occupa principalmente di diritto commerciale, societario e bancario nell’interesse di primarie imprese ed istituti di credito; inoltre ha assunto la difesa di procedure fallimentari in numerose azioni revocatorie, di recupero crediti, di responsabilità verso amministratori, sindaci e revisori contabili. Ricopre altresì il ruolo di custode giudiziario e delegato alla vendita in diverse procedure esecutive immobiliari dopo aver coadiuvato dal 2003 i notai Maria Iaccarino, Filippo Improta, Luisa Ragosta, Francesco Regine e Giuseppe A. M. Trimarchi nell’espletamento di tutte le attività connesse alle vendite immobiliari loro delegate ex art 591 bis c.p.c.

Infine dal 2008 al 2013 è stato altresì responsabile dello sportello dell’Adiconsum di Castellammare di Stabia nonché direttore del Centro Giuridico e coordinatore dell’Ufficio Legale dell’Adiconsum di Napoli, associazione nazionale di consumatori costituita su iniziativa della CISL.

Mail: stefanovitale@studiolegalevitale.net
P.e.c.: stefano.vitale@forotorre.it

Pubblicazioni:

Ordinamento sportivo e meritevolezza dell’interesse, in Rassegna di Diritto Civile, 1996, pagg. 185 e ss.

Responsabilità della P.A. per custodia dei beni demaniali e concorso di colpa del danneggiato, in Giustizia Civile, 1997 pagg. 1711 e ss

La domanda di insinuazione tardiva al passivo fallimentare e l’interruzione della prescrizione, in Giurisprudenza di merito, 1999, pagg. 239 e ss.

La responsabilità civile della P.A. per i danni derivanti da beni pubblici al vaglio della Corte Costituzionale: un’occasione sfumata, in Giustizia Civile, 2000, pagg. 22 e ss.

Brevi note sull’applicabilità alla P.A. dell’art. 2051 del cod. civ., in AA. VV., Studi in memoria di Raffaele Cicale, Napoli, 2003 , vol. II, pagg. 1341 e ss.